Tennis, italiani fuori dagli Internazionali a Roma

Tennis, italiani fuori dagli Internazionali a Roma
L’edizione 2022 degli Internazionali BNL d’Italia procede con successo. La stampa estera nota con piacere l’affluenza da record che si sta registrando e la cornice di pubblico. L’Equipe ha lodato la “folla brulicante e sovreccitata che si ammassa nella cornice idilliaca” e, in particolare riferendosi alla giornata di mercoledì 11 maggio: “36.803 spettatori hanno affollato il circolo popolato di pini, in cui risuonano le voci dei giudici di sedia diffuse dagli altoparlanti. Il record precedente, 34.406 spettatori, era stato registrato il giorno prima”. La voglia di tennis era tanta, e la città si è fatta trovare pronta. Purtroppo, però, quest’anno non ci saranno italiani tra gli ultimi quattro atleti del tabellone singolare maschile e femminile.
Il cammino degli italiani
Nonostante un Berrettini fermo ai box da fine marzo e un Musetti assente dell’ultimo minuto, le aspettative del pubblico italiano erano comunque elevate. Lorenzo Sonego è stato eliminato al primo turno dal canadese Shapovalov. Il tennista torinese non è riuscito a compiere le stesse imprese dello scorso anno, quando era stato eliminato in semifinale da Djokovic. Fuori al primo turno anche Flavio Cobolli, Giulio Zeppieri, Francesco Passaro e Luca Nardi. Tutti giovani di buone prospettive e grande talento, che poco filo da torcere hanno dato ai loro avversari. Fognini ha battuto agevolmente Dominic Thiem, ex numero 3 al mondo tornato da poco a giocare gare ufficiali, per due set a zero. Il tennista sanremese si è scontrato, al secondo turno, con Jannik Sinner, uscendo sconfitto da un entusiasmante derby. 
L’unico italiano rimasto in gara è stato lo stesso Sinner. Il giovane campione si è liberato con facilità di Krajinovic al terzo turno, ed ha raggiunto per la prima volta i quarti di finale agli Internazionali BNL d’Italia. Oggi, però, si è concluso anche il cammino dell’altoatesino, che ha perso contro Tsitsipas, numero quattro al mondo nella virtual race. Jannik si è dovuto arrendere allo strapotere del greco nel secondo set, dopo essere riuscito a portare il primo al tie break, perdendolo anche per colpa di qualche problema fisico. Purtroppo, invece, nessuna delle donne italiane è riuscita a superare il primo turno del tabellone. Nulla da fare per Lucia Bronzetti, Jasmine Paolini e Camila Giorgi, che si è dovuta ritirare per infortunio a metà del secondo set contro Tomljanovic.
Le altre partite
Il torneo sta entrando nelle fasi più calde, e le partite finali si preannunciano combattute e incerte. La notizia della settimana è stata la sconfitta del dieci volte campione, e attuale detentore del titolo, Rafa Nadal, che si è arreso a Shapovalov in tre set. Lo spagnolo ha accusato nuovamente fastidio al piede. Un problema che lo accompagna da tempo, come ha spiegato in conferenza stampa, e che lo costringe ad assumere un gran numero di antidolorifici. Il pubblico, e soprattutto i tifosi del campione maiorchino, tiene il fiato sospeso in attesa del torneo più atteso della stagione su terra: il Roland Garros. Attenzione a Carlitos Alcaraz, che non è venuto a Roma per riposare, e certamente non sarà così dispiaciuto per la notizia. 
Un altro che potrebbe essere avvantaggiato dall’infortunio di Nadal è Djokovic, ancora a caccia del primo titolo stagionale e apparso in gran forma durante gli Internazionali. Il campione serbo, numero uno al mondo, è alla caccia del sesto titolo italiano, e il pubblico si è dimostrato molto benevolo nei suoi confronti, nonostante le polemiche precedenti al torneo. È lui l’attuale favorito. Dall’altra parte del tabellone, invece, si attende la semifinale tra Stefanos Tsitsipas e Alexander Zverev, con il tedesco apparso in gran condizione nelle sue partite, ma senza aver ancora incontrato avversari sopra la soglia del ventesimo posto. Tra le donne, invece, Iga Swiatek resta la grande favorita, in semifinale affronterà Sabalenka, in una partita di grande fascino. Dall’atro lato del tabellone, chiunque sia la finalista, sarà un nome di quelli che non si attendevano a bocce ferme. 
 
GF