Miss Oro&Porpora - Speciale Ritiro 2012

Miss Oro&Porpora - Speciale Ritiro 2012
È Giada Zappi, 23enne di Ancona, studentessa del primo anno del Corso di Laurea Magistrale in Economia e Commercio, la vincitrice del concorso "Miss Oro & Porpora", ideato da Alessandro Milza e Stefano Neroni, che ha avuto luogo sabato sera presso l'Hotel "Heinz" di Riscone di Brunico ed è stato presentato da Matteo Vespasiani, giornalista di "Roma Channel" e speaker dell'Olimpico, e dalla ex Miss Oro & Porpora Martina Renna, che trionfò nella prima edizione del 2010. Giada, che per mantenersi gli studi lavora durante il weekend in un cinema, ha approfittato dei suoi giorni di ferie sia per andare a vedere da vicino i giocatori della Roma, anche se sapeva che non avrebbe potuto incontrare il suo beniamino Daniele De Rossi, ancora in vacanza dopo aver disputato i recenti Campionati Europei in Polonia e Ucraina, sia per partecipare al concorso, perché, come lei stessa spiega, "sono una ragazza abbastanza estroversa e mi piace mettermi in gioco, quindi ho pensato che avrei potuto passare una serata diversa e conoscere tante persone con la mia stessa passione per la Roma".
Passione che, racconta, "nasce grazie al mio ragazzo, anche lui di Ancona e tifoso romanista, che per primo mi ha portato in Curva Sud e mi ha fatto innamorare dei colori giallorossi, al punto che non solo sono diventata socia del Roma Club Ancona, ma almeno una volta al mese vado a seguire la squadra all'Olimpico".
 
L'amore per la Roma non è però soltanto impresso nel cuore di Giada, ma anche "inciso" sulla sua pelle: infatti si è fatta tatuare su un fianco la lupa capitolina, e sulla schiena il verso "sò 100.000 voci che hai fatto innamorà" del celeberrimo inno "Roma Roma" di Antonello Venditti.
 
La nuova Miss, che ritiene Zdenek Zeman un validissimo allenatore, è inoltra fiduciosa sulla possibilità che la squadra giallorossa consegua numerosi successi nella nuova stagione, purché siano effettuati acquisti di rilievo, ma è comunque dispiaciuta per la cessione di Fabio Borini al Liverpool.
 
Da lupacchiotta d.o.c., infine, non poteva non concludere pronunciando lo slogan "Vi saluto e vi ringrazio, Forza Roma e Abbasso Lazio!".