Il Teatro dell’Opera di Roma torna a Caracalla

Il Teatro dell’Opera di Roma torna a Caracalla
 
Quest’anno non sarà il Circo Massimo a ospitare la stagione estiva del Teatro dell’Opera di Roma. La splendida cornice era stata scelta per far fronte ai problemi di gestione degli eventi, legati alla pandemia, ma era stata presentata da subito, due anni fa, come una soluzione momentanea. Quest’anno il Teatro dell’Opera tornerà in quella che è, storicamente, la sua casa estiva: le Terme di Caracalla. Oltre ad una questione di tradizione, è facilmente intuibile che lo spostamento sia anche dovuto all’impossibilità di riservare il Circo Massimo ad un solo ente per la durata dell’intera stagione. Nell’area monumentale, infatti, quest’estate si terranno i concerti di Vasco, Ultimo e, soprattutto, l’attesissimo concerto dei Maneskin (9 luglio).
Non lontano dal Circo Massimo, percorrendo il viale delle Terme di Caracalla, arriviamo invece all’altro polo musicale estivo della capitale.
Il programma del Teatro dell’Opera di Roma, per l’estate, prevede interessanti novità e gustosi ritorni. Per cominciare, tra il 3 e il 19 giugno, Claudio Baglioni si esibirà in dodici serate nello spettacolo “Dodici note”. Il titolo dello spettacolo è anche il titolo di una delle canzoni dell’ultimo album del cantautore romano “in questa storia che è la mia”. 
Dal primo al cinque luglio, invece, si ritorna ad una musicalità più classica, con “Mass” di Leonard Bernstein, un pezzo teatrale per cantanti, musicisti e ballerini. L’opera musicale fu commissionata al grande musicista da Jaqueline Kennedy ed è articolata nella classica forma di una messa, sebbene sia connotata da grandi elementi di innovazione. La regia dello spettacolo è di Damiano Michieletto, mentre il direttore è il venezuelano Diego Matheuz.
Dal 12 al 14 luglio si passa al balletto, con il ritorno dell’étoile italiano Roberto Bolle, nel suo ormai notissimo spettacolo “Roberto Bolle and friends”. 
Dal 15 luglio va in scena la prima vera opera della stagione: la “Carmen” di Bizet, una delle opere più rappresentate nella tradizione della stagione estiva del Teatro dell’Opera di Roma, per la regia di Valentina Carrasco e la direzione di Jordi Bernàcer. La parte di Carmen è affidata alla sapiente voce di Veronica Simeoni, soprano italiana di grande esperienza.
Dal 21 luglio le voci lasciano spazio alla danza, con la rappresentazione del balletto di “Notre-Dame de Paris”, balletto di Roland Petit, ripreso da Luigi Bonino, su musica di Maurice Jarre.
Il 25 luglio è la data unica del concerto del grande violinista David Garrett.
Dal 2 al 9 agosto, invece, torna in cartellone “Il Barbiere di Siviglia”, celebre opera di Gioacchino Rossini, per la regia di Lorenzo Mariani e la direzione di Stefano Montanari. Il cast è di livello molto alto e spiccano i nomi di Davide Luciano (Figaro), Cecilia Molinari (Rosina) e Alex Esposito (Don Basilio). Lo spettacolo è in cartellone ormai da diversi anni, e riscuote ancora un meritato successo.
Questi sono gli appuntamenti che propone quest’estate il Teatro dell’Opera di Roma, che certamente forniscono un motivo in più per visitare la splendida cornice delle Terme di Caracalla.
 
GIACOMO FANTOZZI