Gaia Rosi, miss... semplicità: "Amo lo studio e lo sport"

Gaia Rosi, miss... semplicità: "Amo lo studio e lo sport"
 
Intervista a Gaia Rosi, la vincitrice di Miss Oro&Porpora 2013, concorso organizzato da Oro&Porpora Roma Fans. La finale si è svolta venerdì 28 giugno "All'Ombra del Colosseo". Gaia ha avuto la meglio su altre nove ragazze e sarà la testimonial 2013/2014 in tutti gli eventi di Oro&Porpora.
 
Gaia, innanzitutto dicci qualcosa di te: quanti anni hai, in che zona di Roma abiti e cosa fai nella vita.
"Ho 23 anni, abito a Tor Vergata e nella vita studio scienze politiche internazionali. In più do ripetizioni di inglese, francese e spagnolo e mi piacerebbe imparare una lingua orientale, magari l'arabo".
 
Quali sono i tuoi hobby e le tue passioni?
"Nel tempo libero faccio la modella e la fotomodella, poi mi piacciono i motori e lo sport in generale: per diversi anni ho praticato nuoto a livello agonistico, partecipando anche ai campionati nazionali, e inoltre amo l'equitazione ed una disciplina equestre poco conosciuta, l'endurance".
 
Come mai hai deciso di partecipare a Miss Oro & Porpora?
"Perché rispetto ad altri concorsi ho visto più tranquillità e semplicità, sia nello staff sia nelle concorrenti. Mi è sembrato un concorso 'sportivo', dove non si guarda solamente alla bellezza, ed è una cosa che ho apprezzato molto".
 
Domanda retorica: ti aspettavi di vincere?
"Onestamente no, ma non lo dico per 'moda'... lo dico perché inizialmente non ero tra le prime, e poi sono una persona che si sminuisce e che non crede molto in se stessa... mi reputo una ragazza 'normale', al massimo carina, ma niente di più".
 
Com'è nata la tua passione x la Roma?
"Me l'ha trasmessa mio padre, anche se paradossalmente il calcio non è in assoluto tra i miei sport preferiti, soprattutto per come è stato rovinato in Italia. Mi piacciono comunque le squadre che giocano con il cuore, cosa che purtroppo ultimamente la Roma non fa e che invece vedo sempre fare al Napoli, per il quale ho proprio per questo motivo una simpatia, oltre al fatto che trovo speciale il calore della gente del Sud".
 
Vai spesso allo stadio?
"Prima ci andavo di più, adesso no, perché ho perso la fiducia nel calcio in generale e nella nostra squadra. Ma comunque non sono mai stata una tifosa particolarmente accanita".
 
Cos'hai provato nel momento in cui sei stata decretata vincitrice di Miss Oro & Porpora?
"Ovviamente emozione e contentezza, ma in maniera moderata".
 
Adesso che sei la nuova reginetta delle tifose romaniste avrai la possibilità di partecipare agli eventi Oro & Porpora, di fare la valletta a qualche programma televisivo, e magari altro ancora. Insomma, potrebbero aprirsi delle porte fino a ieri impensabili per te. Ci hai pensato?
"Sì, e chiaramente mi fa molto piacere, ma l'idea di entrare nel mondo dello spettacolo non è nelle mie priorità: certo, se capita ben venga, ma preferirei che il mio lavoro di domani fosse collegato a ciò per cui sto studiando".
 
Alla luce delle parole di Gaia non possiamo che sottolineare con orgoglio come a Miss Oro & Porpora non abbia trionfato semplicemente la bellezza estetica, ma quella dell'anima. Che alla fine è ciò che colpisce maggiormente!
 
LUCA ROSSETTI
 
Lunedì 01 Luglio 2013