Ünder e Perotti, la corsa al terzo posto riparte da Udine

Ünder e Perotti, la corsa al terzo posto riparte da Udine

C'era una volta l' "inverno Zemaniano", un periodo in cui le squadre del tecnico boemo andavano in letargo dopo un inizio di stagione a tutto gas. La Roma di Di Francesco probabilmente è stata vittima di un virus simile, perché dopo due mesi di nulla o quasi, coglie la terza vittoria consecutiva e si lancia solitaria al terzo posto in classifica, scavalcando l'Inter dell'ex Spalletti. Stavolta l'avversario, l'Udinese, era cosa più concreta rispetto a Verona e Benevento e anche i giallorossi sono apparsi assai più brillanti dal punto di vista atletico. Alla Dacia Arena il protagonista è stato ancora una volta Cengiz Under che con un bolide mancino dal limite dell'area friulana ha spaccato una partita ben giocata dalla Roma, ma che fino a quel momento Dzeko e compagni non erano riusciti a fare propria. Il primo tempo era stato infatti un monologo romanista, con qualche rara ripartenza friulana. Stesso copione nella ripresa, fino al capolavoro del giovane turco al 70'.  L'Udinese si scopre alla ricerca del pari e nel finale è Perotti (subentrato ad El Shaarawy a metà tempo) a mettere a segno il gol del raddoppio che chiude definitivamente l'incontro.